Comitato paritetico sul fenomeno del mobbing
Print Friendly, PDF & Email

Comitato paritetico sul fenomeno del mobbing 164
(art. 24 del CCNL del 7.4.2006 quadriennio e biennio economico 2002-2003)
1. Per mobbing si intende una forma di violenza morale o psichica nell’ambito del contesto lavorativo, attuato dal datore di lavoro o da dipendenti nei confronti di altro personale. Esso è caratterizzato da una serie di atti, atteggiamenti o comportamenti diversi e ripetuti nel tempo in modo sistematico ed abituale, aventi connotazioni aggressive, denigratorie o vessatorie tali da comportare un’afflizione lavorativa idonea a compromettere la salute e/o la professionalità e la dignità del dipendente sul luogo di lavoro, fino all’ipotesi di escluderlo dallo stesso contesto di lavoro. 165
2. Omissis. 166
3. Omissis.
4. Omissis.
5.Omissis.
6. Omissis.
7. Omissis.
8. Omissis.


164    Si veda l’introduzione da parte dell’ art. 21 della legge 4 novembre 2010, n. 183 dei Comitati Unici di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni. Si vedano anche le linee guida del 4 marzo 2011 emanate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

165   Si veda la Risoluzione del Parlamento Europeo sul mobbing sul posto di lavoro (2001/2339 (INI)

166   I commi da 2 a 8 sono stati omessi per l’introduzione dei Comitati unici di garanzia di cui alla precedente nota 165.

[/vc_column_text]

DISPOSIZIONI PARTICOLARI
[/vc_column][/vc_row]

Was this article helpful?

No 0

About the Author