Pari opportunità
Print Friendly, PDF & Email

Pari opportunità
(art. 39 del CCNL del 7.4.2006 quadriennio e biennio economico 2002 e 2003)
1. Omissis 26
2. Omissis.
3. Omissis.
4. Le misure per favorire pari opportunità nel lavoro e nello sviluppo professionale, ivi comprese le proposte di azioni positive, sono oggetto di contrattazione integrativa.
5. Le modalità di attuazione delle misure di cui al comma 427 sono oggetto di informazione preventiva e, a richiesta, di concertazione con le OO.SS. rappresentative, secondo le procedure individuate dal presente contratto.
6. Omissis.


26     Sono stati omessi i commi 1,2,3, e 6 in quanto clausole riferite al Comitato pari Opportunità che sono disapplicate a seguito dell’introduzione da parte dell’ art. 21 della legge 4 novembre 2010, n. 183 dei Comitati Unici di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni. Si vedano anche le linee guida del marzo 2011 emanate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il testo omesso è il seguente:
1. Sono confermati i comitati per le pari opportunità già insediati presso gli Enti, ai sensi delle disposizioni vigenti. 
2. Nei casi in cui detti comitati non siano ancora stati insediati, essi dovranno essere costituiti entro 90 giorni dalla 
stipulazione del presente contratto.
3. In occasione del rinnovo del CPO il Presidente è eletto a maggioranza assoluta dei componenti.
6. Gli Enti garantiscono gli strumenti per il funzionamento dei comitati, mettendo immediatamente a loro disposizione idonei locali per la loro attività.”

CONTENUTI CORRELATI

Was this article helpful?

No 0

About the Author